A PROPOSITO DI MERITOCRAZIA

PREMIAZIONEMeritocrazia?…No, grazie!  .

…perchè chi più merita, più serve….

di Italo Bassotto

Nell’articolo precedente ho ragionato intorno alle controindicazioni della teoria del “potere al merito” (meritocrazia, appunto!), segnalando il fatto che chi stabilisce il merito ha il potere e chi riceve attestazione di merito è, normalmente, succube di chi la concede… anche se entrambi credono di farlo per ragioni di giustizia e di equità, siano essi individui o gruppi sociali… Annunciavo, anche, che questa seconda serie di riflessioni avrebbe rappresentato la pars costruens della critica all’uso del merito come criterio per la stratificazione sociale. Prima, però, voglio ribadire l’ipotesi di una terza via alternativa ad un tempo alla società degli “eguali” (senza classi, ceti, strati… a seconda delle ideologie) ed a quella dei “diversi” (divisa in classi, ceti…..) ….

Leggi: CHI PIU’ MERITA PIU’ SERVE

Questa voce è stata pubblicata in quale scuola?. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...