I NUOVI ANALFABETI, IGNORANTI DI RITORNO

bambino internet«Con l’esplosione delle tecnologie il successo sociale ed economico appare slegato dagli studi, anzi si è orgogliosi di non avere titoli» «La percentuale di laureati e diplomati è stabile da 10 anni Dal 2006 i non istruiti sono cresciuti del 16% e sono la maggioranza». I modelli matematici, applicati al grado d’istruzione degli italiani, dicono che il 70% della popolazione ha bassi livelli di cultura. Parla il ricercatore Allega.

Analfabeti in quattro mosse. O meglio, in quattro date: 1985, nascita di Explorer; 1996, maturazione della prima generazio­ne di nativi digitali; 2001, crescita e­sponenziale dei non istruiti; 2006, i non istruiti tornano a essere la mag­gioranza. Sempre che non ci si trovi agli albori di un nuovo alfabeto. Ma andiamo per ordine. Tutto lo si può far cominciare con i dati Istat 1951, secondo i quali il 46,3% degli italiani erano senza licenza elementare e circa il 50% di costoro era analfabeta totale. Scenario completamente tra­sformato nel 2011, quando il 53% della popolazione ha almeno il di­ploma e solo il 5% non ha alcun tito­lo di studio. E allora, dov’è il proble­ma? ….

Leggi: Nuovi analfabeti

Questa voce è stata pubblicata in educazione e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...